La città è quieta… ombre parlano #2

\"La città è quieta...\" Parte 2
La fonte d’ispirazione arrivava dai Black Flag, dai Bad Brains, dai Dead Kennedys, dai Circle Jerks, dai Dead Kennedys, dai Minor Threat e da altri gruppi hardcore punk americani.
Lo sforzo e l’azione erano sorretti da un rabbioso tentativo di costruzione che, anche avesse prodotto soltanto edifici sul punto di crollare è stato più genuino e generoso di molte altre avanguardie.
Perché il punk in Italia – giova ripeterlo – è stata l’ultima delle avanguardie.
Read more

Who Killed John O’Neill?

Who Killed John O\'Neill? A movie by Ty Rauber Nel luglio di quattro anni fa il vice-direttore dell’FBI si dimise improvvisamente: John O’Neill lasciava il Bureau in forte contrasto e disaccordo con il Dipartimento di Stato.
Quest’ultimo avrebbe bloccato le indagini, condotte proprio da O’Neill, sul terrorismo fondamentalista e gli attentati contro le ambasciate statunitensi a Nairobi e a Dar El Salaam e contro la cacciatorpediniere USS Cole.
O’Neill assunse l’incarico di capo della sicurezza del World Trade Center il 10 settembre 2001.
Read more

Destination Earth

Destination Earth (1956)Pensate a un film di fantascienza politicissimo, ma a cartoni animati: eccovi “Destinazione Terra” (“Destination Earth”), prodotto – nel 1956 – dall’American Petroleum Institute (!).
In pieno stile Fifty’s – dalla grafica ai titoli – questo cartoon vuol mostrare, nel suo smaccato, snervante e umoristico impegno propagandistico, il petrolio e la libera impresa come i due cardini fondamentali, necessari e strategicamente legati alla prosperità e alla felicità del genere umano.
Read more

viðrar vel til loftárása

sigur rós vidrar
Se si potesse amalgamare in dissolvenza incrociata un post con il successivo ora si potrebbe farlo (la carrozzina… e poi… il montaggio analogico evocati dal tarantin-magrittiano SAPOO!! )
Ma, lasciando in pace Ejzenstejn e il suo Oktob’r, s’ha da vedere senza transizioni ulteriori questo video dei Sigur Rós.
Read more

Stop Land Mines

Stop Land MinesL’hanno creato i Brooklyn Brothers per le Nazioni Unite: uno spot contro la barbara pratica delle mine anti-uomo.
Le situazioni più inquietanti nascono dalle circostanze più innocenti: è un trucco a cui ricorrono volentieri registi e sceneggiatori; a volte basta imitare la realtà.
Le Nazioni Unite, specie nella ex-Jugoslavia, sembra se ne siano dimenticate spesso.

Non so se sia giusto farlo vedere a dei bambini – qui una discussione in merito – so che non è giusto altri bambini corrano tutti i giorni il rischio di provarlo sulla propria pelle.

La cosa più ingiusta è che l’Italia sia ancora oggi uno dei maggiori produttori di mine.
Ma ha il campionato di calcio più bello del mondo.

Qui il link diretto al file .mov.
Qui quello al sito di StopLandmines.org

Gira e rigira, ciak, si gira…!

Kinobit.it
Alla fine eccoci qui.
Con tanto di post inaugurale e ringraziamenti da titolo di coda prima ancora di incominciare.
Ma Arsenio Bravuomo, gran signore dei tag di WordPress, nonché già degl’apostrofi, non potevo non ringraziarlo – che poi, tecnicaglie a parte, quel che più conta è che un amico.
Della grafica e di tutto ‘l resto invece son completamente responsabile io – colpevole, se volete.

Indietro non si torna.
Salvo per i commenti che per ora sono aperti, ma possono chudersi alle prime avvisaglie di spam, flames razzisti/sessisti o segnali di forumizzazione.
Ché qui dovrebbe ristagnare sempre una sana policy punk-hardcore:
pezze al culo e sincerità.

E ora beccatevi il primo videopost.